L’attesa com’è tremenda

Domani è il 30 aprile e domettina ci sarà la resa dei conti finalmente, sono stati dieci giorni interminabili anche se intervallati da ponti e festività varie resta il fatto che le giornate sono sempre di 24 ore e dieci giorni sono sempre dieci giorni.

Domattina mia moglie andrà a fare il prelievo per le beta HCG e per il dosaggio del progesterone e già in mattinata avremo il responso che ci porterà in uno stato di cauta euforia oppure ci butterà nello sconforto di dover pensare a rifare tutto tra qualche mese.

In questi giorni ci stiamo sentendo spesso al telefono, io dal lavoro e mia moglie a casa che mi aiuta facendo cose leggere che qui in magazzino non potrebbe fare, ed ogni volta che ci sentiamo come va, come non va, sintomi, dolorini, perdite oppure l’altra volta era così e quaesta volta invece non sento niente.

La sera sul divano ogni tanto incrociamo i nostri sguardi e cercandoci con la manoci facciamo forza affinchè tutto vada per il verso giusto, ho ricominciato anche a pregare con le Ave Maria affinchè qualcuno da lassù ci assista e ci faccia realizzare l’unico tassello che ancora manca nella nostra vita.

Spero di poter scrivere qualcosa di più bello ed entusiasmante domani, tengo le dita incrociate e prego.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *